La prevenzione degli incidenti sul lavoro è argomento di rilievo in tempi in cui i morti sul posto di lavoro si contano ogni giorno in un triste elenco. Per mettere fine a questi tristi eventi è necessario un coordinamento tra le istituzioni, l’utilizzo delle nuove tecnologie, la formazione e aumento dei controlli per il rispetto delle norme di sicurezza lavoro.
Queste le linee guida da seguire indicate dal Ministro Poletti che ha stabilito i punti base da cui partire per poter diminuire il fenomeno in continua crescita degli infortuni mortali.

Norme di sicurezza più efficaci

Si sta studiando una strategia in grado di rendere più efficaci le norme di sicurezza già esistenti e di metterne in atto ulteriori per compensare le mancanze e accentuare le ispezioni sui posti di lavoro. Lo scopo è ridurre gli incidenti sul lavoro.

Al meeting organizzato lo scorso 10 aprile per trovare insieme una soluzione adeguata al problema, erano presenti Giuliano Poletti (Ministro del Lavoro), Paolo Pennesi (Capo dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro), Massimo Felice (Presidente Inail), Giuseppe Lucibello (Direttore Inail) e Maria Sandea Petrotta (Direttore Entrate e Recupero INPS).
L’analisi della situazione generale non ha messo in evidenza particolari problemi ma secondo i dati raccolti e le statistiche rilevate si sono notati episodi ricorrenti che richiedono una maggiore attenzione ed una particolare attenzione alla prevenzione.

Maggiore Formazione più prevenzione degli incidenti sul lavoro

Il punto principale da cui partire per ottenere una diminuzione del rischio sul luogo di lavoro è stato individuato nella formazione.

A Roma si effettuano corsi anticendio per aumentare la sicurezza sul lavoro, questo è solo un’aspetto che si aggiunge a tutti gli altri discussi dalle personalità del Governo, dell’Inail e dell’Inps presenti all’incontro.
Il corso antincendio Roma è in primo piano in quanto sono accaduti spesso incidenti sui luoghi di lavoro causati da materiale infiammabile. È essenziale che il personale sappia fronteggiare una situazione di emergenza immediata senza dover attendere i soccorsi dall’esterno.

I sindacati condividono l’idea della formazione

Per una volta anche i sindacati sono concordi con l’idea della prevenzione formativa per evitare incidenti che possono essere letali o invalidanti per gli operatori di qualsiasi settore e livello. Il 18 aprile scorso si è stabilito di continuare le indagini sulle problematiche sulla sicurezza sul lavoro senza trascurare l’elemento salute. I lavoratori devono poter eseguire le loro mansioni qualunque esse siano, in totale sicurezza, disponendo di mezzi e conoscenze che ne assicurino la salute e la totale sicurezza sul luogo di lavoro.

Ispezioni e monitoraggi

I controlli nelle aziende aumenteranno, sono previste assunzioni per 150 nuovi ispettori preparati per effettuare il loro compito in modo esemplare. Questi si recheranno sul luogo di lavoro per controllare che siano rispettate le norme di sicurezza, che vi siano i dispositivi antincendio a norma di legge, facili da raggiungere e da utilizzare. Inoltre verificheranno che i lavoratori abbiamo seguito un corso antincendio a Roma o nella città in cui svolgono la loro attività lavorativa. Elmetti, cintura di sicurezza per i lavori in sopraelevata e tutte le diciture che fanno parte delle norme vigenti dovranno essere rispettate. Gli ispettori preparati a tutto, notificheranno le varie situazioni. Le aziende non regola avranno un determinato lasso di tempo per potersi mettere in regola in caso gli ispettori abbiano trovato delle irregolarità.

Commissione per la Salute e la Sicurezza

Il Ministro Poletti in collaborazione con la “Commissione consultiva permanente per la salute e la sicurezza sul lavoro”, e in accordo con le istituzioni governative gli istituti di previdenza sociale, ha stabilito l’utilizzo di fondi economici per la formazione.
Questa decisione è stata presa per la necessità in tempi brevi di formare tutto il personale lavorativo, a qualunque grado e a qualunque livello, per far sì che siano a conoscenza delle norme di sicurezza. Il personale dovrà inoltre conoscere il protocollo da seguire in casi di emergenza a seconda delle diverse situazioni lavorative e il sistema antincendio in tutte le realtà. I corsi antincendio a Roma sono atti a formare i corsisti portandoli a conoscenza dei dispositivi di sicurezza, delle modalità di utilizzo degli stessi, le tempistiche ed ogni particolare che possa partecipare ad evitare infortuni e incidenti mortali sul luogo di lavoro.